In bicicletta lungo gli argini del padovano

Di sicuro, la bicicletta è uno degli sport più faticosi che esistono. Io e Manuela, poi, siamo soliti non risparmiarci durante le nostre uscite: la bici ci piace così tanto che ci lasciamo sempre prendere dalla foga e dall’entusiasmo finendo spesso per tornare stravolti! Come ogni buon ciclista che si rispetti, siamo particolarmente malati di salite tanto che, anche nell’uscita più tranquilla, non torniamo mai a casa se non ne abbiamo fatta almeno una.
Ci sono giorni, però, in cui le gambe urlano pietà e si rende quindi necessario frenare gli entusiasmi, in modo tale da recuperare e drenare l’acido lattico in eccesso. Non c’è quindi cosa migliore che inforcare le nostre biciclette e goderci un tranquillo giro lungo le numerose stradine che scorrono accanto ai corsi d’acqua che attraversano il Veneto.
Oggi vi portiamo a pedalare con noi alla scoperta degli argini del padovano.

argini-padova-chioggia-sottomarina-blog-blogger-cyclinginlove-bicicletta-giro-1
I colori pastello di un tramonto estivo lungo gli argini

Pedalare lungo gli argini è il modo migliore per effettuare sessioni di recupero attivo e defaticamento e per godere pienamente del contesto naturale che caratterizza l’ambiente fluviale, luogo in cui la parola d’ordine è “relax”. A nostro parere, il momento migliore per concedersi un rilassante giro lungo gli argini è durante il tardo pomeriggio, per poi rientrare a casa godendoci i colori e le calde sfumature del sole che cala dietro i dolci profili dei vicini Colli Euganei. Se poi a tutto questo aggiungiamo la magia della primavera, allora lo spettacolo e la meraviglia sono garantiti.

argini-padova-chioggia-sottomarina-blog-blogger-cyclinginlove-bicicletta-giro-6

Da casa (periferia sud di Padova), il percorso che ci resta più comodo per un rapido e rilassante giro completamente pianeggiante è quello che costeggia il fiume Bacchiglione: il percorso può essere imboccato seguendo la via Romea in direzione Piove di Sacco, fino a raggiungere il ponte che attraversa il fiume. Qui si può imboccare la stradina che si snoda lungo gli argini del fiume, che tra tratti ciclabili ed altri molto poco trafficati ci permette di pedalare nel più totale relax.
Si attraversano infatti 
piccoli paesini di campagna ed è possibile godere della natura caratteristica del fiume: la fauna avicola risulta essere la principale protagonista grazie alle numerose specie di uccelli, prima tra tutti il maestoso airone cinerino in cui è facile imbattersi. E’ un viaggio lento, come quello dell’acqua che fluisce lentamente attraverso curve sinuose fino a perdersi nell’abbraccio del mare.

argini-padova-chioggia-sottomarina-blog-blogger-cyclinginlove-bicicletta-giro-2
I Colli Euganei visti dagli argini

E infatti, se le energie lo consentono, non c’è cosa più bella che seguire il corso del fiume fino a raggiungere prima la laguna veneta, poi l’incantevole cittadina di Chioggia (la quale può essere considerata una vera e propria Venezia in miniatura), fino a raggiungere la spiaggia di Sottomarina e lasciarsi accarezzare dal profumo della brezza marina e dall’infrangersi delle onde del mare Adriatico. Il percorso che da Padova porta fino al mare e di nuovo a Padova è di circa 80 km, ovviamente tutti pianeggianti e per questo motivo alla portata anche dei meno allenati. Inoltre, la massiccia presenza di piccoli centri abitati permette di partire leggeri e rifornirsi lungo il percorso.

argini-padova-chioggia-sottomarina-blog-blogger-cyclinginlove-bicicletta-giro-5

È bello recuperare in luoghi tranquilli e gli argini sono perfetti: ci permettono di pedalare in spazi aperti in cui il pensiero è libero di vagare e la mente di rigenerarsi.
Un ultimo vantaggio che ci piace sottolineare nuovamente è il poco traffico: sia durante la settimana sia durante il week-end gli argini sono generalmente poco trafficati. Nonostante alcuni tratti non siano ciclabili, prestando sempre la dovuta attenzione, è possibile affiancare le bici e scambiare qualche parola! 

argini-padova-chioggia-sottomarina-blog-blogger-cyclinginlove-bicicletta-giro-4
Prima uscita in bici con la carissima Francesca!

Se volete recuperare le energie, scoprire la flora e la fauna fluviali o semplicemente rilassarvi in bici, gli argini sono il posto perfetto! Se poi siete anche dotati di mountain bike non mancano i percorsi sterrati come ad esempio il famoso anello fluviale di Padova! Forse un giorno potremmo azzardarci a provarlo nonostante le nostre bici non siano proprio adatte all’off-road…a prestissimo!

Filippo e Manuela

Link utili: 

 

One thought on “In bicicletta lungo gli argini del padovano

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: