Itinerari euganei: trekking sul monte Venda alla scoperta del monastero degli Olivetani

Abbiamo sempre parlato dei Colli Euganei dalla prospettiva delle nostre bici, ma come potete ben immaginare queste boscose colline del Veneto centrale racchiudono un tesoro inestimabile, fatto di sentieri e luoghi incantevoli tutti da scoprire.
Qualche mese fa, approfittando della gentilezza e della conoscenza di questi sentieri del nostro carissimo amico ciclista e camminatore Valerio, abbiamo avuto la possibilità di camminare alla scoperta di un luogo molto suggestivo. Risalendo le pendici del Monte Venda (il punto più elevato dell’intero gruppo euganeo), è possibile raggiungere le affascinanti e austere rovine di quello che fu il monastero degli Olivetani.

cycling_in_love-sentieri_sui_colli_euganei-monastero_degli_olivetani
Le rovine del monastero degli Olivetani

Risalendo via Cengolina da Galzignano Terme (versante est dei colli) oppure Via San Pietro da Fontanafredda (versante ovest) si raggiunge la sommità della salita e ci si trova in prossimità di un incrocio. La strada che a questo punto dobbiamo imboccare è quella in prossimità di un piccolo parco con dei tavoli e panche di legno, la quale procede diagonalmente verso il monte Roccolo. Dopo circa un chilometro si imbocca la strada sulla sinistra, Via Sottovenda, e la si percorre fino a raggiungere un piccolo spiazzo ghiaioso, dove è possibile parcheggiare la propria auto. E’ da qui che si  imbocca il sentiero che ci porterà quasi alla sommità del Monte Venda, presso le antiche rovine del suo monastero.

cycling_in_love-sentieri_sui_colli_euganei-monastero_degli_olivetani-3
Alcune rovine del monastero che si affacciano sui colli sottostanti

Il sentiero parte subito con pendenze importanti e risulta piuttosto impegnativo per i meno allenati. Si procede attraverso ripide salite e secchi tornanti, che si inerpicano attraverso il meraviglioso e fitto bosco di faggi, castagni e lecci.
Tutte le nostre fatiche saranno però ripagate da scorci di impareggiabile bellezza: il sentiero offre infatti vere e proprie finestre sui colli circostanti e su tutta la pianura, tanto che nelle giornate più limpide si scorge persino la città di Venezia. Dopo circa un’ora e mezza di cammino giungiamo finalmente alle rovine del monastero degli Olivetani. Il colpo d’occhio è subito magnifico e da questo punto si può godere di un panorama in assoluto tra i più belli che si possano trovare su tutti i Colli Euganei.
Se poi decidete di fare una pazzia come la nostra, ovvero partire con il buio e arrivare in cima all’alba, avrete la possibilità di vivere dei momenti così magici, unici e intensi che rimarranno per sempre impressi nelle vostre memorie.

cycling_in_love-sentieri_sui_colli_euganei-monastero_degli_olivetani-1
I Colli Euganei e la pianura veneta illuminati dalle prime luci dell’alba

I vostri sensi saranno rapiti da tenui colori pastello che, con una infinità di sfumature, vi indurranno in una contemplazione assorta e quasi mistica, proprio come facevano i monaci che un tempo abitavano questo luogo. A fare da sfondo a tutta questa meraviglia, il silenzio, interrotto talvolta dal lieve fruscio delle fronde degli alberi e dal canto degli uccelli. L’intero complesso risale al 1200 e ciò che ne rimane oggi sono il grande campanile, parte della chiesa e la cripta, quest’ultima ben conservata e tutt’oggi fruibile in alcuni giorni dell’anno. Grazie anche alle recenti opere di ristrutturazione e consolidamento da parte delle amministrazioni locali, infatti, vi vengono ancora celebrate alcune funzioni religiose.
Le rovine sono completamente aperte e fruibili al pubblico e ciò permette una visita assolutamente coinvolgente, per il fatto che risulta possibile esplorarne liberamente tutti gli anfratti.

cycling_in_love-sentieri_sui_colli_euganei-monastero_degli_olivetani-2
L’arrivo alle antiche rovine del monastero

Giù dalla bicicletta scopriamo quindi un altro volto dei bellissimi Colli Euganei, un volto fatto da una moltitudine di sentieri, tutti perfettamente tracciati e contrassegnati dall’apposita segnaletica, tanto da farci sembrare di non essere più nel bel mezzo della pianura padana ma in piena montagna!
Ma è anche grazie alla bici che siamo stati in grado di scoprire questi itinerari, proprio per il fatto che i nostri mezzi a pedali ci fanno scoprire il territorio alla giusta velocità.
Una piccola pausa dalla nostra compagna a due ruote può consentirci di ritrovare quel senso di curiosità e quella voglia di esplorare che ci permette di entrare in contatto con la natura e i luoghi che ci circondano, scoprendone tutte le bellezze che si nascondono dalle strade più trafficate. Detto questo, non vediamo l’ora di scoprire quanti altri fantastici sentieri nascondono i Colli Euganei, magari entrando in contatto con persone del luogo che hanno saputo valorizzare queste meraviglie naturali organizzando escursioni e percorsi di trekking.

Filippo e Manuela (con la preziosissima collaborazione della nostra guida Valerio!)

Link utili:

One thought on “Itinerari euganei: trekking sul monte Venda alla scoperta del monastero degli Olivetani

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: