Sicilia in bicicletta: il giro dell’isola in solitaria di Ilenia

Sicilia in bicicletta: il giro dell’isola in solitaria di Ilenia

La rubrica dedicata ai vostri viaggi in bicicletta è aperta da qualche mese e non è sempre facile trovare ragazze o donne che scelgono di intraprendere lunghi viaggi anche in solitaria.
Per questo, dopo l’avventura di Joëlle siamo orgogliosi di presentarvi un’altra cicloviaggiatrice solitaria, Ilenia, che la scorsa estate ha fatto tutto il giro della Sicilia in bicicletta!

Una piccola presentazione: parlaci un po’ di te

Ciao, sono Ilenia e ho 28 anni: figlia di genitori del Sud, nata in Germania e sorella di una bergamasca, dal ‘96 abitiamo a Bergamo. Ho una laurea in Scienze Politiche e Sociali e mi piace definirmi come l’espressione di un connubio tra ciò che richiama il concetto di casa e quello che rimanda alla libertà.
Sono arrivata a questa consapevolezza gradualmente. L’anno scorso ho fatto il Cammino di Santiago in inverno, poi la Via Francigena (entrambi a piedi) e ho anche trascorso 5 settimane in Sud America sempre da sola.

giro-sicilia-in-bicicletta
La bicicletta di Ilenia (Isola delle Correnti, Portopalo, Siracusa)

Come ti è venuta l’idea del viaggio in Sicilia?

Quest’anno, prima di partire per la Sicilia, provenivo da un periodo di stress generale. Allo stesso tempo ho vissuto un aumento di autostima per essere riuscita a cavarmela bene nella gestione di nuovi compiti lavorativi (mi occupo di richiedenti protezione internazionale).
Allora mi sono chiesta: perché non spendermi in qualcosa di nuovo che non so fare?
Una domenica ho indossato scarponcini e zainetto e mi sono rifugiata in uno dei paradisi bergamaschi, sui Colli di San Fermo. Mi sono ascoltata senza giudizi e ho avuto l’illuminazione! Volevo regalarmi un’esperienza in solitaria, in movimento, unicamente per me stessa.

giro-sicilia-in-bicicletta
Ilenia all’aeroporto di Palermo

Come sono stati i preparativi?

Poco meno di 2 settimane prima della partenza mi sono fatta aiutare dal mio negoziante di fiducia per l’acquisto dell’attrezzatura (borse laterali, camere d’aria) e la scelta della bici. Mi sono anche ritrovata ad andare a dormire spesso tardi per esercitarmi a montare e smontare le ruote, simulare una foratura, pesare ciò che avrei portato via con me e così via.
La strategia che mi ha accompagnato in quei giorni è VIAGGIARE LEGGERI: l’ho imparato sul Cammino di Santiago e così anche questa volta ho risparmiato su tutto.

giro-sicilia-in-bicicletta
L’equipaggiamento di Ilenia

Come hai scelto l’itinerario da percorrere?

La spinta interiore a mettermi in sella era davvero forte. Ben presto quello che doveva essere il giro della costa occidentale della Sicilia in bici e tenda si è trasformato in qualcosa di più grande: il giro di tutta la Sicilia in senso antiorario (circa 1100 km).
Volevo impiegarci 11 giorni e seguire solamente i cartelli delle strade statali e provinciali sulla costa: ogni tanto mi sono appoggiata anche al GPS e ai preziosi consigli dei siciliani!

Ti è rimasto in mente un episodio particolare?

Il quarto giorno mancavano solo 3 chilometri a quella che sarebbe stata la meta della giornata: avevo percorso già 98 chilometri e a un certo punto mi sono bloccata. Il mio corpo e la mia testa non volevano saperne di proseguire, erano circa le 13.30 e avevo con me solo acqua (calda) e mandorle.
Poi ho iniziato a “vedere” mio nonno che coltivava un piccolo pezzetto di terra proprio qui in Sicilia: è affiorato il ricordo di quando alle 6.00 di mattina mi svegliava per mangiare il pane appena sfornato a cui aggiungeva olio crudo e origano. In quel momento l’ho sentito vicino e questo mi ha aiutato a superare quel momento di difficoltà!

giro-sicilia-in-bicicletta
Pedalando in direzione di Messina

Cosa ti ha lasciato questo viaggio?

Non sapevo minimamente cosa avrei incontrato e prima di partire ho azzerato ogni aspettativa facendo posto dentro di me a ostacoli, fatiche e piaceri. Avevo voglia di assaporare ogni istante per viverlo intensamente così come si sarebbe presentato.
Ho anche riflettuto sulle donne in viaggio da sole: troppo spesso siamo ancorate all’idea che solo i maschi più allenati possano fare viaggi così lunghi in solitaria. Invece, anche noi donne possiamo muoverci da sole con qualche piccola accortezza! Ad esempio la notte non avevo paura di dormire in tenda sulla spiaggia. Con un occhio rivolto alla bici e l’altro alla stelle, sceglievo posti tranquilli ma non troppo isolati anche chiedendo alla gente del posto!

giro-sicilia-in-bicicletta
Scala dei turchi (Agrigento)

Cosa vorresti dire a chi ci sta leggendo?

A chiunque stia leggendo questo articolo, partite, muovetevi e via in sella! Siamo tutti pazzi, passiamo molto tempo a dimostrare di non esserlo, ma non c’è di meglio che pedalare e godersela.
Ho un nuovo tatuaggio, il segno indelebile di una Sicilia spettacolare: ricordo con piacere le lunghe colazioni al bar, l’ospitalità dei benzinai per il rifornimento di cibo e acqua, il legame profondo che può nascere con una semplice bicicletta. Infine, uno speciale ringraziamento al mio fidanzato Simone: è stato la mia forza!

giro-della-sicilia-in-bicicletta_viaggio-in-bicicletta
Ilenia e il suo fidanzato Simone a Cefalù

Filippo e Manuela (con la preziosissima collaborazione di Ilenia!)

Link utili



2 thoughts on “Sicilia in bicicletta: il giro dell’isola in solitaria di Ilenia”

Rispondi


error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: