Monte Grappa in bicicletta: la salita da Romano d’Ezzelino

Monte Grappa in bicicletta: la salita da Romano d’Ezzelino
Sei qui Home » Veneto » Monte Grappa in bicicletta: la salita da Romano d’Ezzelino

Il Monte Grappa (1775 metri, Veneto) è una montagna che non ha bisogno di presentazioni: famosa per essere stata protagonista di importanti scontri tra i soldati italiani e austriaci durante la Grande Guerra, la sua cima ospita l’imponente Sacrario del Monte Grappa, eretto in memoria delle migliaia di persone che hanno perso la vita durante le battaglie di cui la montagna è stata teatro.
Oltre alla sua valenza storica, il Monte Grappa è anche uno dei luoghi che non possono mancare nel curriculum di ogni ciclista amante delle lunghe salite. Il Monte Grappa in bicicletta offre al ciclista ben ben 8 versanti tra cui è scegliere: in questo articolo vi presentiamo quello più “facile” e frequentato: quello di Romano d’Ezzelino (VI).

Il percorso in breve

Lunghezza: 26 km
Dislivello: 1558 D+
Quota: 132 metri (partenza) – 1775 metri (arrivo)
Pendenze: 6,2% media – 14% massima
Periodo consigliato: tutto l’anno (verificare presenza ghiaccio)
Fondo: asfalto
Punti di ristoro: Romano d’Ezzelino (km 0
) – Campo Solagna (km 13) – Cima Grappa (km 18)

Di cosa parleremo in questo articolo

- Il versante di Romano d'Ezzelino: altimetria
- Monte Grappa in bicicletta: caratteristiche paesaggistiche
- L'arrivo al rifugio Bassano
- Altri sette versanti tutti da scoprire!
- Monte Grappa e Giro d'Italia
- La nostra attrezzatura
- Scarica la traccia gpx nel formato che preferisci
- Informazioni

Il versante di Romano d’Ezzelino: altimetria

Il versante di Romano d’Ezzelino è stato il primo che abbiamo percorso per raggiungere la cima del Monte Grappa in bicicletta. Non a caso si tratta del versante classico, quello che quasi tutti i ciclisti scelgono di percorrere la prima volta che si avvicinano al Monte Grappa. La salita da Romano d’Ezzelino, piccolo paese a 6 chilometri da Bassano del Grappa (VI), è lunga 25 chilometri. Presenta una pendenza media del 6.2% con punte del 9-12%. Nell’insieme la salita è molto regolare e questo favorisce senz’altro il mantenimento di un ritmo costante, fondamentale nel caso di ascese molto lunghe come questa.

Monte Grappa in bicicletta: caratteristiche paesaggistiche

Gran parte della salita da Romano d’Ezzelino si snoda attraverso un fitto bosco che sembra non terminare mai e che potrebbe mettere alla prova la vostra pazienza se come noi amate gli ambienti rocciosi e gli scorci sulle montagne. Fortunatamente, in alcuni punti, il panorama si apre verso la pedemontana e la pianura veneta anche se per il vero e proprio cambio di paesaggio bisogna aspettare il chilometro 20. Quando la vegetazione cede improvvisamente il passo a pascoli e alpeggi mancano soltanto 6 chilometri alla fine della salita. Inizia a scorgersi la cima della montagna e si pedala in un ambiente tipicamente alpino. Questi ultimi chilometri sono senz’altro i nostri preferiti a livello paesaggistico!

L’arrivo al Rifugio Bassano

Dopo 25 chilometri di salita alzi la mano chi non vorrebbe infilarsi in un caldo rifugio per fare rifornimento di energie. Il rifugio Bassano, aperto tutto l’anno, accoglie i numerosi ciclisti e turisti che raggiungono la cima del Monte Grappa con ottimi panini (e grappe, ovviamente!) Inutile dire che abbiamo approfittato più volte del rifugio anche per asciugare il più possibile i vestiti dopo un paio di salite sotto la pioggia. Indipendentemente dalla temperatura esterna, il rifugio Bassano è un ottimo punto dove fare una pausa prima di scendere dalla cima.

Altri sette versanti tutti da scoprire

Oltre al versante di Romano d’Ezzelino ci sono altre otto strade che conducono dalla pianura alla cima del Monte Grappa. Una volta familiarizzato con questa straordinaria montagna, verrà voglia anche a voi di percorrerli tutti. Noi per adesso ci siamo messi alla prova sul versante di Semonzo (TV) e su quello di Alano di Piave (BL). Oltre a queste due località è possibile partire anche da Seren del Grappa (BL), Caupo (BL), Possagno (TV), Pederobba (TV) e Paderno del Grappa (TV).

Monte Grappa e Giro d’Italia

I corridori del Giro d’Italia hanno affrontato il Monte Grappa in diverse occasioni. Nel 2014 la montagna è stata scelta come meta di una cronoscalata con partenza da Bassano del Grappa. Nel 2017 (Giro 100), i ciclisti della corsa rosa hanno scalato il versante di Seren del Grappa per poi scendere da Romano d’Ezzelino e attaccare la salita di Foza da Valstagna.

La nostra attrezzatura

In montagna, lo sappiamo, il tempo cambia velocemente. Ci è capitato più volte di iniziare la salita al Monte Grappa in bicicletta con il sole e terminarla sotto la pioggia! Come per qualsiasi uscita in montagna a piedi o in bici, prediligiamo sempre un abbigliamento a strati che ci consenta di resistere il più a lungo possibile a condizioni meteo avverse. Ecco cosa abbiamo utilizzato durante le nostre ascese al Monte Grappa:

Maglia intima Sixs: https://amzn.to/2T6NiTm
Guanti: https://amzn.to/2Nc6Txx
Manicotti: https://amzn.to/2T3WlV8
Gambali: https://amzn.to/36DRLB1
Antivento: https://amzn.to/37V7mfH
Scaldacollo in lana merino: https://amzn.to/2FAC95g
Pompa portatile: https://amzn.to/2t5xHbU
Camere d’aria: https://amzn.to/2T6LE3Z
Cacciacopertoni: https://amzn.to/2sT8SjH
Garmin Edge 520: https://amzn.to/2sdr0nJ

Scarica la traccia gpx nel formato che preferisci

Informazioni

Lungo la salita non sono presenti fontanelle. Per fare rifornimento vi consigliamo il bar ristorante di Campo Solagna (quota 1000 metri) e il Rifugio Bassano, aperto tutto l’anno.

Link

Filippo e Manuela

Disclaimer: Cyclinginlove.com partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU. Questo programma di affiliazione consente ai siti aderenti di percepire una commissione pubblicitaria fornendo link al sito Amazon.it. Questo non è un articolo sponsorizzato e tutte le opinioni espresse sui prodotti consigliati sono strettamente personali oltre che derivanti dal nostro prolungato utilizzo degli stessi.


Related Posts

Trekking sulla strada delle 52 gallerie del Pasubio

Trekking sulla strada delle 52 gallerie del Pasubio

Nascosta tra le scoscese pareti del monte Pasubio (Piccole Dolomiti, Vicenza) si trova una straordinaria opera di ingegneria militare risalente alla Prima Guerra Mondiale: la strada delle 52 gallerie. La storia delle 52 gallerie Costruita in soli 8 mesi dai minatori dell’Arma del Genio dell’esercito […]

Rifugio Battisti in bicicletta: la salita da Recoaro Terme

Rifugio Battisti in bicicletta: la salita da Recoaro Terme

La salita al rifugio Battisti Oggi vi parliamo di una salita particolare, quella che da Recoaro Terme (VI) conduce ai Piani della Gazza e al rifugio CAI Cesare Battisti (località Piani della Gazza). Si tratta senza dubbio di una delle strade asfaltate più panoramiche di […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto!