Colline del prosecco in bicicletta: un fine settimana al Bike Hotel Canova

Colline del prosecco in bicicletta: un fine settimana al Bike Hotel Canova
Sei qui Home » Veneto » Colline del prosecco in bicicletta: un fine settimana al Bike Hotel Canova
(in collaborazione con l’Hotel Canova)

Alla scoperta delle colline del prosecco

Nel week end dell’8-10 settembre, ho avuto l’occasione di  soggiornare per la prima volta presso il Bike Hotel di Canova (Cavaso del Tomba, TV). Proprio in questi due giorni ho cominciato ad approfondire il territorio compreso tra le Prealpi venete e le città di Conegliano, Treviso e Asolo: quello delle famose colline del prosecco.

colline-del-prosecco-in-bicicletta
Ph: Antonello Naddeo

Il territorio del Bike Hotel Canova

Incastonate tra la pianura veneta nord-orientale e le prealpi, le strade di questo territorio consentono di immergersi in un’atmosfera unica.  Interminabili filari di vigneti (celebri per la produzione del famoso prosecco della Valdobbiadene) e un patrimonio storico e culturale che attrae visitatori da tutto il mondo, sono i punti di forza più evidenti del territorio.
Lo dimostra il successo di eventi come la Prosecco Cycling, manifestazione ciclistica il cui percorso si snoda proprio tra le colline del Prosecco e che vede Valdobbiadene come punto di partenza e di arrivo.

colline-del-prosecco-in-bicicletta
Settembre 2017: la partenza della Prosecco Cycling (ph: Antonello Naddeo)

Durante il mio viaggio alla scoperta di questi luoghi, ho avuto la fortuna di essere guidata dalla direttrice del Bike Hotel Canova, Santina Adami. Santina da un paio d’anni, insieme ai suoi collaboratori, lavora con passione, dedizione e professionalità, al fine di promuovere questo territorio attraverso svariate attività outdoor.

Susegana in mountain bike

Il nostro mini tour ha avuto inizio tra le colline di Susegana, alla scoperta di suggestivi sentieri sterrati per biker ed escursionisti. Ammetto che è stata la mia prima volta sulle ruote grasse e non nascondo di aver fatto diversi tratti a piedi. Nonostante fossi davvero alle prime armi è stato divertentissimo scoprire un punto di vista diverso da quello della bici da strada!

colline-del-prosecco-in-bicicletta
Prendendo confindenza con la mountain bike! (ph: Antonello Naddeo)
colline-del-prosecco-in-bicicletta
Un tratto del suggestivo tracciato in mezzo al bosco (ph: Antonello Naddeo)

Alla scoperta del Passo San Boldo

Ci siamo poi diretti verso Cison di Valmarino, imboccando da Tovena il famoso passo San Boldo: questa scenografica strada è stata costruita nel 1918 in soli 100 giorni, dai soldati che combatterono prima guerra mondiale. Il passo, con le sue famose gallerie scavate nella roccia, mette in comunicazione la Valmarino (Treviso) e la Valbelluna (Belluno). Ecco qualche scatto del San Boldo!

colline-del-prosecco-in-bicicletta
Pedalando sul San Boldo (ph: Antonello Naddeo)
colline-del-prosecco
Gli scenografici tornanti del passo (ph: Antonello Naddeo)

Il suggestivo Molinetto della Croda

Prima di fare una breve pausa pranzo, abbiamo anche visitato lo scenografico Molinetto della Croda, uno dei luoghi più suggestivi della marca trevigiana. Posto sulla strada che collega gli abitati di Refrontolo e Rolle, è uno dei pochi mulini ancora funzionanti in tutto il Veneto (inserire info storiche).
Il molinetto risale al XVII secolo e le sue fondamenta poggiano direttamente sulla roccia della montagna (croda). Oggi la struttura ospita numerosi eventi ed è meta di visite guidate scolastiche e turistiche.

colline-del-prosecco
Verso il Molinetto (ph: Antonello Naddeo)
colline-del-prosecco-in-bicicletta
Ph: Antonello Naddeo

Pedalando sulle colline del prosecco

Nel pomeriggio, abbiamo costeggiato i colli asolani in direzione di Saccol, per poi imboccare la famosa Strada del Prosecco: trovandoci proprio nel periodo della vendemmia non è mancata qualche foto a tema! Era la prima volta che percorrevo queste strade in bicicletta.
Nonostante il tempo non fosse proprio dei migliori, mi sono innamorata degli scorci offerti da queste strade immerse nel verde: il profumo dell’uva appena raccolta non ha fatto altro che amplificare la bellezza di questi luoghi!

colline-del-prosecco
Pedalando tra suggestivi filati (Ph: Antonello Naddeo)
colline-del-prosecco-in-bicicletta
Ph: Antonello Naddeo

Un territorio tutto da scoprire

Da bravi amanti del territorio, non potevamo concludere il tour senza una degustazione dell’ottimo prosecco della zona: l’Osteria Gallina e i suoi accoglienti proprietari ci hanno davvero coccolato. Tappa consigliatissima, non soltanto per l’alta qualità dei prodotti eno-gastronomici, ma anche per la bellezza della location.
Tra uno spostamento e l’altro la giornata è davvero volata, ma ho comunque avuto modo di affacciarmi e iniziare a cogliere le peculiarità di questo territorio così variegato, che merita senza dubbio di essere approfondito. Se queste zone sono troppo lontane per voi…non preoccupatevi: nei prossimi mesi vi porteremo con noi alla scoperta di alcuni dei luoghi più caratteristici della zona!
Nel frattempo, colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta Santina e tutto lo staff del Bike Hotel Canova. Un ringraziamento particolare anche ad Antonello Naddeo, fotografo sportivo e autore delle foto che avete visto in questo post.

Manuela e Filippo

Link utili

Manuela e Filippo (con la preziosissima collaborazione di Antonello!)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto!