Veneto in bicicletta: una regione ricca di itinerari ciclistici e cicloturistici

Veneto in bicicletta: una regione ricca di itinerari ciclistici e cicloturistici
Sei qui Home » Veneto » Veneto in bicicletta: una regione ricca di itinerari ciclistici e cicloturistici

Avendo vissuto a Padova per quattro anni, il Veneto è stato la seconda regione di cui abbiamo parlato sul nostro blog dopo il Lazio. Grazie alla presenza di pianura, colline e montagne, il Veneto è una delle regioni con più alto potenziale cicloturistico in Italia. Noi non abbiamo tardato a scoprirlo: voi siete pronti a scoprire il Veneto in bicicletta?

Pedalare in Veneto: una regione, mille occasioni

Sembrano davvero dietro l’angolo i primi mesi che abbiamo trascorso a Padova. Abbiamo iniziato a scoprire il Veneto in bicicletta sui dolci profili del Colli Euganei, intravisti prima da Padova e poi girati completamente nel corso di vari fine settimana. Poi è stata la volta dei Colli Berici: da lì, in una giornata limpida abbiamo intravisto le cime appuntite delle Piccole Dolomiti e non abbiamo potuto fare a meno di raggiungerle ed esplorarle.
Contemporaneamente, stagione dopo stagione abbiamo puntato le ruote verso nord: Valsugana e Altopiano di Asiago sono state le nostre porte per sconfinare in Trentino. E cosa dire delle dolci colline di Valdobbiadene, di splendide città come Feltre e Belluno e del maestoso fiume Piave? Luoghi che nessuna guerra ha piegato e che oggi più che mai vi invitiamo a riscoprire. E poi c’è lui: il Monte Grappa, di cui siamo riusciti a scalare vari versanti.

I nostri suggerimenti per scoprire il Veneto in bicicletta

Purtroppo, per motivi logistici non siamo riusciti a raggiungere alcune delle mete montane più suggestive del Veneto. In linea con quanto abbiamo sempre fatto, vi suggeriamo alcuni itinerari che abbiamo provato di persona. Partendo dalle zone intorno a Padova, in bicicletta potrete:

Se siete amanti dei territori collinari, puntando le ruote verso nord troverete pane per i vostri denti. Tra Bassano del Grappa, Conegliano e Treviso avrete solo l’imbarazzo della scelta! Infatti, proprio ai piedi della pedemontana veneta sorgono alcune delle colline più famose del mondo: quello del prosecco. Gli itinerari ciclistici che è possibile organizzare in zona, anche appoggiandosi a strutture bike friendly come il Bike Hotel Canova,sono diversi. Noi ve ne consigliamo due:

La Pedemontana veneta

Rimanendo in zona, appena oltre le Colline del Prosecco, si aprono altri interessanti scenari. Con il giusto allenamento potrete divertirvi su salite lunghe e dure: eccone alcune!

Piccole Dolomiti vicentine

Forse non tutti sanno che la provincia di Vicenza ospita le maestose cime delle Piccole Dolomiti. Questo complesso montuoso è comodamente raggiungibile in auto (raggiungendo i comuni vicentini di Schio o di Recoaro Terme) o in treno (sfruttando la linea ferroviaria da Vicenza a Schio). Abbiamo esplorato le Piccole Dolomiti in lungo e in largo e ci permettiamo di suggerirvi alcuni itinerari:

Il Monte Grappa: la montagna veneta per antonomasia

Come abbiamo scritto più volte, il Monte Grappa non ha davvero bisogno di presentazioni! In attesa di raggiungere il nostro obiettivo (conseguire il Brevetto del Grappa), ecco i versanti che abbiamo scalato:

Da Bassano del Grappa all’Altopiano di Asiago

Se vi trovate a Bassano del Grappa con la vostra bici da corsa, sono davvero pochi i chilometri che vi separano dalle meraviglie dell’Altopiano di Asiago. Bassano è stata per molti anni la nostra porta di accesso a lunghi e bellissimi itinerari che ci sono rimasti nel cuore. Eccone alcuni:

Lago di Garda e dintorni

Qualche mese prima di lasciare il Veneto, grazie alla collaborazione con listnride, innovativo servizio di bike sharing, abbiamo avuto la possibilità di esplorare un’altra zona del Veneto in bicicletta: il Lago di Garda. Che siate amanti della pianura o delle salite, quest’area del Veneto soddisferà sicuramente i bisogni delle vostre gambe! Ecco dove abbiamo pedalato:

Piste ciclabili in Veneto

Placata la sete di montagna, in Veneto, non mancano piste ciclabili pianeggianti, adatte sia ai ciclisti meno allenati che ai cicloamatori che hanno bisogno di fare scarico. Eccone alcune:

Link utili



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto!