Pedemontana pordenonese in bicicletta: punti di interesse storici e naturalistici

Pedemontana pordenonese in bicicletta: punti di interesse storici e naturalistici

Ricordate il nostro post dedicato al Friuli Venezia Giulia in bicicletta?
Oggi, il nostro viaggio alla scoperta della regione, continua sulla pedemontana pordenonese, alla scoperta di salite, limpidissime sorgenti e piccoli e suggestivi centri abitati. In altre parole, oggi vi portiamo in un piccolo angolo di Friuli che catapulta in un’altra epoca: d’altra parte, non serve una macchina del tempo per assaporare il fascino dell’Italia di una volta! La pedemontana pordenonese è ricca di piccoli borghi adagiati sui fianchi delle prealpi friulane che, come piccoli scrigni, racchiudono una moltitudine di tesori nascosti. In questo articolo parleremo di:

  • Mezzomonte (PN): come raggiungerlo in bicicletta;
  • Le sorgenti del Gorgazzo e Polcenigo;
  • Le sorgenti della Livenza.

Da Polcenigo a Mezzomonte in bicicletta

Il nostro viaggio alla scoperta di questo territorio inizia con una salita: quella che da Polcenigo (PN), conduce a Mezzomonte (PN), piccolo paesino collocato a circa 500 metri di altitudine.
Questa salita, lunga 6 chilometri, ha una pendenza media del 9,1%, con punte al 18%. La fatica viene ampiamente ripagata grazie alla quieta atmosfera che vi accoglierà giunti nel piccolo abitato di Mezzomonte. Il nostro consiglio? Fermatevi di fronte alla chiesetta centrale per riempire la borraccia (c’è una fontanella!), sedetevi sulla panchina e chiudete gli occhi godendovi la pace del luogo. Il viavai della pedemontana pordenonese sembra lontanissimo da qui!

Le sorgenti del Gorgazzo

Scendendo da Mezzomonte, è d’obbligo una sosta alle Sorgenti del Gorgazzo (località Polcenigo): giungendo da Aviano (PN), questo punto di interesse è ben segnalato sul lato destro della strada.
Nei pressi della sorgente, si rimane a bocca aperta dalla meraviglia. Percorrendo un breve sentiero lastricato, si giunge presso una caverna semisommersa: l’acqua è così limpida da creare uno spettacolare effetto lente. Camminando lungo la sponda, i riflessi del fondale e delle pareti rocciose sovrastanti si mescolano in un colorato gioco di riflessi che toccano tutte le sfumature del verde e dell’azzurro. In un territorio di origine puramente carsica come questo, in cui l’acqua scarseggia, queste sorgenti hanno un valore inestimabile. L’origine delle acque che formano la sorgente è ancora sconosciuta e il complesso di grotte sotterranee, interamente sommerso è stato solo parzialmente esplorato.

Polcenigo: uno dei borghi più belli d’Italia

Le sorgenti del Gorgazzo danno vita all’omonimo torrente, che prima di confluire nel fiume Livenza, si insinua attraverso le vie di Polcenigo, piccolo centro in cui vi consigliamo di soffermarvi. Ha poco meno di 3000 abitanti e fa parte della rete dei borghi più belli d’Italia: scoprirlo a piedi o in bicicletta è davvero suggestivo. Smettete di guardare l’orologio e perdetevi tra i suoi suggestivi vicoli!

…e la Livenza

Proseguendo sulla pedemontana pordenonese in direzione sud-ovest, si raggiungono le poco distanti sorgenti della Livenza (loc. Santissima). Questo fiume è uno dei principali bacini idrici del territorio e le sue sorgenti sono un’altra attrazione da non perdere. Pensate che sono state dichiarate anche patrimonio UNESCO, grazie al ritrovamento dei resti di uno dei maggiori complessi palafitticoli preistorici d’Europa.


Pedemontana pordenonese: un’area ricca di punti di interesse

Ancora una volta, la bicicletta ci ha dato l’occasione di scoprire una serie di interessanti punti di interesse storici e naturalistici, a due passi da casa. Torneremo spesso a pedalare sulla pedemontana pordenonese! Voi conoscete questa zona? Raccontateci nei commenti quali sono i vostri punti di interesse preferiti!

Informazioni

  • La strada provinciale 29 collega i principali centri della pedemontana pordenonese: può essere percorsa anche in bicicletta prestando la dovuta attenzione al traffico;
  • L’attacco della salita che conduce a Mezzomonte, si trova a circa sette chilometri dall’attacco della salita di Piancavallo, in località Polcenigo;
  • Vicino alle sorgenti del Gorgazzo è presente un ampio parcheggio: lasciate qui l’auto ed esplorate a piedi non solo le sorgenti, ma anche i numerosi sentieri della zona. In prossimità delle sorgenti è presente anche un un caratteristico bar ristorante con veranda esterna. L’area si trova all’interno di un piccolo bosco: il luogo ideale per una pausa rigenerante!
  • Un consiglio: Mezzomonte è rinomata per le sue castagne, quindi accertatevi di ripassarci anche in autunno, non ve ne pentirete!


Link

Manuela e Filippo



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto!