Il borgo di Esther (Canal San Bovo, TN): un fine settimana nel cuore verde del Trentino

Il borgo di Esther (Canal San Bovo, TN): un fine settimana nel cuore verde del Trentino
Sei qui Home » Bike Hotel » Il borgo di Esther (Canal San Bovo, TN): un fine settimana nel cuore verde del Trentino

Avete mai provato la sensazione di sentirvi a casa in un luogo in cui non siete nè nati nè cresciuti? Per noi il Trentino orientale rappresenta proprio questo, la casa che ha scelto il nostro cuore. Che sia per una vacanza, per un passaggio in bicicletta o per un trekking, ogni volta che abbiamo il privilegio di soggiornare in questa zona sperimentiamo la vera pace dei sensi! Ecco perchè quando il nostro amico Davide Verga e la sua splendida famiglia ci hanno invitato a trascorrere un fine settimana nella casa vacanze da loro gestita, il borgo di Esther (Canal San Bovo, TN), abbiamo accolto con entusiasmo la proposta! Il soggiorno presso questa bellissima struttura ci ha dato modo non soltanto di definire i dettagli di una collaborazione editoriale con Davide ma anche di vivere due intense giornate nel cuore verde del Trentino: il Vanoi.

Di cosa parleremo in questo articolo

- Il borgo di Esther (Canal San Bovo, TN): dove si trova e come raggiungerlo
- Caratteristiche della struttura
- Cosa fare nella Valle del Vanoi
- Per info e prenotazioni

Il borgo di Esther (Canal San Bovo, TN): dove si trova e come raggiungerlo

Il borgo di Esther si trova nel comune di Canal San Bovo (TN). In particolare, la struttura sorge nella frazione di Ronco, situata lungo il passo che mette in comunicazione la valle del Vanoi con l’altopiano del Tesino (Brocon). Appena sei chilometri separano il paese di Canal San Bovo dalla località di Ronco (“Busini”) dove è situata la struttura. Partendo da Pordenone, abbiamo prima raggiunto Feltre, poi imboccato la Val Schener e infine raggiunto la Valle del Vanoi attraverso la comoda galleria “Totoga”. La galleria, con i suoi 3350 metri consente di evitare il passo Gobbera, altra opzione per raggiungere la valle. In ogni caso, da qualunque località partiate, niente paura! Il borgo di Esther è un’attività registrata su Google Maps e vi basterà selezionare questa destinazione per raggiungerla senza problemi.

Caratteristiche della struttura

Abbracciato da un piccolo gruppo di case, il borgo di Esther si trova al primo piano della graziosa struttura che vedete in foto. L’appartamento è composto da:

-due stanze da letto (una camera matrimoniale e una cameretta con tre letti);
-una cucina (completa di tavolo, panche e sedie);
-un bagno (con lavatrice).
-un accogliente e luminoso salotto con due poltrone, un divano e stufa al pellet;
-un ampio giardino sul retro.

Cosa fare nella Valle del Vanoi

La Valle del Vanoi offre così tante attrattive che non basta di certo un articolo per riassumerle tutte! Indipendentemente dalla stagione in cui soggiornerete nel borgo di Esther le attività che potete scegliere sono davvero tante! Avendo già esplorato questa zona in bicicletta, abbiamo dedicato il nostro fine settimana nella Valle del Vanoi al trekking ma da bravi blogger vi lasciamo qualche suggerimento per vivere al meglio il territorio e scoprire questa affascinante e genuina valle.

Sciare, sciare, sciare!

Se soggiornate nel borgo di Esther durante il periodo invernale, avrete la fortuna di scegliere tra ben due comprensori sciistici. Gli impianti di passo Brocon distano appena 25 minuti dalla struttura e quelli di San Martino di Castrozza 45 minuti. Entrambi sono molto adatti alle famiglie e offrono panorami davvero indimenticabili sulle cime della catena del Lagorai e sulle scenografiche Pale di San Martino.

Fare trekking e passeggiate

Arrivate al borgo di Esther, scendete dalla macchina e guardatevi intorno: non vedrete “altro” che alte montagne e verdissime valli costellate da graziosi paesini e limpidi ruscelli di montagna. Praticamente sarete in paradiso! Non si contano i sentieri CAI e gli itinerari di una varietà tale da soddisfare sia gli escursionisti più esperti che le famiglie con bambini al seguito. La catena del Lagorai si trova davvero ad una brevissima distanza dalla struttura ma anche le Dolomiti (in particolare il gruppo delle Pale di San Martino), sono vicinissime. Durante il nostro soggiorno siamo stati accompagnati da Davide in un bellissimo trekking sul Lagorai (il sabato) e in una facile e piacevole passeggiata adatta a tutti (la domenica). Ad entrambi gli itinerari dedicheremo degli articoli di approfondimento nella rubrica Giù dai pedali.

Pedalare on road e off road

I primi passi di montagna in bicicletta non si scordano mai e il destino ha voluto che le prime vere salite che abbiamo affrontato fossero proprio i must della zona: passo Manghen (che mette in collegamento la Valsugana con la Val di Fiemme attraversando il Lagorai), passo Rolle (che collega la Valle del Primiero-Vanoi con la Val di Fiemme) e passo Brocon. Altre salite della zona che vale decisamente la pena di scalare sono il passo Gobbera e la dura ma spettacolare salita che conduce al lago di Calaita (località Siror). Non mancano poi sentieri e strade forestali per mountain bike. La ciliegina sulla torta? Davide Verga è guida cicloturistica di Cycling Philosophy (un progetto di cui vi parleremo presto) e soggiornando nel borgo di Esther potrete usufruire dei suoi servizi e della sua conoscenza del territorio per programmare i vostri giri in bicicletta. Inutile sottolineare che nel borgo di Esther i ciclisti sono i benvenuti: è previsto uno sconto del 10% sul soggiorno per tutti i ciclisti che portano con sè la propria bici e un ulteriore sconto del 10% sui tour di cycling Philosophy per coloro che alloggiano nella struttura.

Visitare le malghe di passo Brocon

E dopo tutto questo sport volete che non giunga il momento di reintegrare le calorie bruciate? Dopo aver dedicato la giornata al trekking, al ciclismo o ad una rilassante passeggiata, non coccolarsi in una delle tante malghe della zona sarebbe davvero un peccato. Anche noi, prima di tornare a casa, abbiamo visitato una delle numerose malghe di passo Brocon: malga Cavallara. Inutile dire che dopo una squisita merenda a base di prodotti freschissimi abbiamo assaltato il banco frigo dello spaccio portando a casa due yogurt, una ricotta e una caciotta! 🙂

Per info e prenotazioni

Sperando che questo articolo vi sia piaciuto e vi abbia fornito spunti utili per organizzare il vostro soggiorno nella Valle del Vanoi, vi invitiamo a seguire la pagina Facebook del borgo di Esther. A presto bellissima Valle del Vanoi e grazie ancora una volta a Davide e alla sua famiglia per averci regalato un fine settimana davvero indimenticabile!

Link

– Il borgo di Esther – pagina Facebook: https://www.facebook.com/ilborgodiesther
– Cycling Philosophy: https://www.cyclingphilosophy.com/

Filippo e Manuela

Supplied by Borgo di Esther (Canal San Bovo, TN)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto!